TC (TAC) Tomografia Computerizzata
TC (TAC) Tomografia Computerizzata
Servizi

TC (TAC) Tomografia Computerizzata

La TAC, acronimo di “tomografia assiale computerizzata”, è una tecnica diagnostica che sfrutta le radiazioni ionizzanti per ottenere immagini dettagliate di aree specifiche dell’organismo. Oggi, proprio in virtù della trasversalità delle scansioni, non si parla più di TAC ma di TC (tomografia computerizzata).

Il procedimento con cui tali immagini vengono ottenute è differente da quello della radiologia tradizionale. Mentre la classica immagine radiografica è il risultato della trasformazione analogica di una realtà tridimensionale in bidimensionale, nella tomografia computerizzata l’immagine subisce una trasformazione da analogica a digitale.

Durante una TC la radiazione elettromagnetica attraversa il paziente e viene trasformata in un segnale elettrico che, dopo essere stato elaborato da complicatissimi calcoli, fornisce immagini dettagliate del corpo. Nel caso si renda necessario, queste immagini possono essere ricostruite in un modello tridimensionale.

La TC può essere utilizzata con o senza mezzi di contrasto. Sono sostanze che, introdotte nell’organismo (generalmente per via endovenosa), assorbono più o meno intensamente i raggi X rispetto ai tessuti, contrastandoli artificialmente. Grazie a questi è possibile, per esempio, ottenere immagini particolareggiate dell’intestino, dei vasi, del cervello, dell’addome, di torace e pelvi.

Se viene eseguita una TC con mezzo di contrasto somministrato endovena, talvolta, subito dopo l’iniezione, possono comparire una leggera sensazione di bruciore locale, una vampata di calore e un sapore metallico in bocca. Sono sensazioni comuni che normalmente durano soltanto pochi secondi. Il mezzo di contrasto non è infatti nocivo e solo in rari casi può scatenare reazioni allergiche.

Poiché si tratta comunque di utilizzare radiazioni ionizzanti, durante una gravidanza certa o sospetta è molto importante comunicare la propria condizione al medico che potrà eventualmente decidere di posticipare l’esame o scegliere un’indagine diagnostica alternativa.

A differenza della risonanza magnetica, la TC può essere eseguita anche in presenza di pacemaker o defibrillatori interni.

A chi si rivolge

La TAC è particolarmente utile nello studio delle strutture scheletriche anche se, per le piccole articolazioni (spalla, gomito, polso, mani, ginocchio, piede), è preferibile usare la risonanza magnetica. L’utilizzo della TC diviene indispensabile per analizzare le fratture o i loro esiti (per valutare, ad esempio, la posizione dei frammenti di frattura).

La TC viene utilizzata per visualizzare gli effetti dei traumi cranici con particolare attenzione alla presenza di eventuali emorragie, è molto utile in campo oncologico. Grazie ai recenti sviluppi, si sta diffondendo nella valutazione di aree corporee difficili da indagare come:

  • i vasi sanguigni;
  • i bronchi;
  • le strutture interne del cuore;
  • il colon (la cosiddetta colonscopia virtuale può essere utilizzata in sostituzione della colonscopia tradizionale);

Perché sceglierci

La TAC che utilizziamo in struttura è una delle migliori e moderne apparecchiature attualmente presenti sul mercato. È in grado di effettuare tutte le scansioni per le più accurate diagnosi. Grazie all’organizzazione della diagnostica per immagini, le liste di attesa sono molto ridotte. È possibile, a volte, poter effettuare una TC anche nella stessa giornata in cui ci si rivolge alla clinica. Ogni esame è eseguito in assoluta sicurezza. Sono sempre presenti che uno specialista in anestesia e uno in rianimazione e sono disponibili in occasione di procedure che prevedono l’utilizzo di un mezzo di contrasto.

MediClinic » Diagnostica » TC (TAC) Tomografia Computerizzata
TC (TAC) Tomografia Computerizzata