Chirurgia Ortopedica della mano
Chirurgia Ortopedica della mano
Servizi

Chirurgia Ortopedica della mano

La chirurgia ortopedica della mano si occupa di tutte le problematiche correlate a patologie congenite, traumatiche, degenerative, infiammatorie e neoplastiche che interessano la mano e il polso. Il medico di riferimento è il chirurgo ortopedico.

A chi si rivolge

Il servizio di chirurgia ortopedica della mano è strutturato per accogliere e curare tutti i pazienti affetti da patologie della mano. Gli specialisti provvedono alla diagnosi e intervengono chirurgicamente su tutti i casi che non richiedano il ricovero prolungato. Tra le problematiche sulle quali è possibile intervenire in regime di day hospital troviamo:

  • sindrome del tunnel carpale;
  • compressione dei nervi periferici;
  • lesioni tendinee;
  • tendiniti;
  • morbo di De Quervain;
  • neoformazioni;
  • morbo di Dupuytren.

La moderna chirurgia della mano consente di affrontare e risolvere diverse patologie in un’unica seduta chirurgica in regime di day hospital e senza rischi per il paziente. L’équipe di MediClinic si impegna a fornire tutti i trattamenti chirurgici che si possono eseguire in day hospital. L’obiettivo è garantire la massima sicurezza per il paziente e, puntare al miglior risultato chirurgico e terapeutico possibile.

Il paziente può avere accesso alla struttura attraverso due canali principali: su consiglio del medico di famiglia, oppure su prescrizione dello specialista in ortopedia. Una volta entrato in MediClinic, il paziente ha l’opportunità di usufruire di una visita specialistica in chirurgia della mano e può contare sul supporto di uno staff multidisciplinare.

È così possibile agevolare l’iter diagnostico e tutte le fasi della terapia a partire dalla consulenza fornita dall’elettromiografista, fino al servizio di fisioterapia dedicato alla riabilitazione della mano.

Come si svolge l’intervento

Prima dell’intervento, viene effettuata una visita con supporto dei necessari accertamenti diagnostici e strumentali per studiare la patologia e viene illustrato al paziente l’iter chirurgico. Segue un colloquio con l’anestesista, che spiega il tipo di anestesia che verrà utilizzato e coniuga le esigenze del chirurgo con quelle del paziente; in base a queste sceglie se effettuare un’anestesia locale o loco-regionale nel plesso ascellare unita a un’eventuale sedazione. Infine, viene raccolto il consenso informato del paziente: con questa procedura il medico si sincera che il paziente sia ben consapevole della natura, dei rischi e dei risultati dell’intervento.

L’operazione avviene in regime di day hospital. Il chirurgo operatore sceglie la tecnica di intervento che ritiene più sicura ed efficace. Per la patologia del tunnel carpale, viene preferita una più affidabile tecnica mini-invasiva che permette di evidenziare eventuali anomalie del nervo mediano e del tessuto esterno.

Nei giorni immediatamente successivi all’intervento viene effettuata una medicazione dal personale qualificato o dal medico stesso. La rimozione dei punti di sutura, quando necessaria, ha luogo generalmente dopo 12 giorni e viene eseguita dallo specialista o dal personale infermieristico. Per gli interventi che lo prevedono, dopo circa 20 giorni il chirurgo operatore esegue una visita di controllo e valuta quando il paziente potrà riprendere le normali attività lavorative.

Decorso post-operatorio

Nei primi 10 giorni dopo l’intervento il paziente può svolgere le normali attività quotidiane (guidare l’auto, fare piccoli lavori domestici) con l’obbligo di non bagnare assolutamente la ferita chirurgica.                                                                In seguito alla rimozione dei punti si può iniziare a utilizzare regolarmente la mano. In genere si riesce a svolgere un’attività lavorativa pesante dopo circa 30 giorni.

Servizio di Fisioterapia della mano

Il servizio di fisioterapia specifico è a disposizione nel caso fosse necessario un programma di riabilitazione nel periodo post-operatorio. Alla fisioterapia può essere associato l’uso di un tutore costruito su misura per il paziente. Il tutore, progettato dal chirurgo e costruito dai tecnici specializzati, viene realizzato a seconda dell’intervento e delle esigenze del paziente. Viene poi consegnato e applicato presso la struttura. Salvo casi particolari, il trattamento di riabilitazione della mano dura generalmente 10 sedute, che possono essere ravvicinate o dilazionate nel tempo a seconda dei casi.

Perché sceglierci

La chirurgia della mano è ormai diventata una branca autonoma rispetto alla chirurgia ortopedica tradizionale; per questo sono necessarie competenze specifiche che la nostra struttura può garantire grazie alla preparazione dello staff medico, il quale ha alle spalle ben 25mila interventi in questo settore. Ogni intervento viene svolto nella massima sicurezza per il paziente, attraverso tecniche il più possibile rapide e poco dolorose. Nel decorso post-operatorio vengono forniti analgesici efficaci, appositamente studiati per controllare il dolore agli arti superiori.

La trasparenza di informazioni e il supporto continuo sono altri due aspetti fondamentali per la nostra équipe di chirurgia della mano: in sede di dimissione del paziente, vengono forniti i riferimenti del chirurgo operatore, che rimane a disposizione del paziente e del medico curante per ogni chiarimento sulla fase del post intervento.

MediClinic » Chirurgia » Chirurgia Ortopedica della mano
Chirurgia Ortopedica della mano