Posizione ricoperta

Esperienza professionale

1) Pubblica Amministrazione. ex-ULS 27 Toscana, ora ULSS 9 Grosseto.
Incarico a tempo determinato di sostituto di medico di medicina generale convenzionato dal 18.04.92 al 04.05.92 e dal 22.06.92 al 30.06.92.

2) Pubblica Amministrazione. Azienda ULSS 7 di Siena, Zona Alta Val d’Elsa.
Incarico a tempo determinato di sostituto di medico di medicina generale convenzionato, dal 01.08.94 al 30.08.94, dal 16.8.94 al 27.8.94, dal 16.8.94 al 30.8.94, dal 28.9.94 al 01.10.94, dal 5.12.94 al 6.12.94, dall’01.2.95 al 11.2.95, dal 18.2.95 al 20.2.95 e dal 25.2.95 al 27.2.95, per complessivi 80 giorni.

3) Pubblica Amministrazione. Azienda ULSS 7 di Siena.
Incarico a tempo determinato di sostituto di guardia medica svolta in forma attiva, dal 01.1.95 al 31.1.95, dall’1.4.95 al 30.6.95, dall’01.1.95 al 31.12.95, per un totale di ore 750 (mesi 7).

4) Pubblica Amministrazione. Azienda ULSS 7 di Siena.
Incarico a tempo determinato per servizio di guardia medica in forma di reperibilità per un totale di ore 29 di cui 12 svolte in forma di guardia medica attiva, dal 01 al 15.2.1995.

5) Pubblica Amministrazione. ex- U.S.L. 19, Alta Val d’Elsa.
Incarico di sostituto di guardia medica, servizio continuità assistenziale, dall’01.7.93 al 31.8.93, dall’01.10.93 al 31.10.93; dall’01.12.93 al 31.12.93, dall’01.7.94 al 31.12.94 per un totale di ore 948 (mesi 10).

6) Pubblica Amministrazione. U.S.L. 9. Grosseto.
Incarico a tempo determinato di sostituto di guardia medica svolto in forma di guardia medica attiva, dal 01.3.95 al 31.3.95, dall’01.7.95 al 30.9.95 per un totale di ore 468 (mesi 4).

7) Pubblica Amministrazione. ex-U.S.L. 27, Colline Metallifere.
Incarico a tempo determinato di guardia medica per servizio di assistenza ai turisti in postazioni temporanee di primo soccorso dal 01.7.92 al 31.8.92 per un totale di ore 384.

8) Pubblica Amministrazione. Azienda ULSS 7 di Siena.
Sostituzione Medico Specialista ambulatoriale nella branca di Neurologia dal 22.4.97 al 13.5.97, dal 26.5.97 al 02.6.97, dal 16.6.97 al 27.6.97.

9) Pubblica Amministrazione. Azienda ULSS 7 di Siena.
Incarico a tempo determinato in qualità di medico specialista ambulatoriale nella branca di Neurologia per effettuazione di attività ambulatoriale di Elettromiografia dal 15.5.97 al 05.8.97, dal 16.8.97 al 15.11.97, dal 17.11.97 al 16.2.98.

10) Pubblica Amministrazione. Azienda ULSS 7 di Siena, Presidio Ospedaliero Chianciano Terme.
Incarico a tempo determinato in qualità di medico specialista ambulatoriale nella branca di Neurologia per effettuazione di attività ambulatoriale di Elettromiografia dal 30.4.97 al 29.7.97, dal 30.7.97 al 29.10.97, dal 05.11.97 al 04.2.1998, dall’11.2.98 al 10.5.98 per un totale di 252 ore.

11) Pubblica Amministrazione. Azienda ULSS 18 Rovigo, Viale Tre Martiri n. 89, Rovigo.
Dirigente Medico I Livello, Disciplina Neurologia, a tempo determinato, con rapporto di lavoro tempo unico; dal 10.8.98 al 28.02.99.

12) Pubblica Amministrazione. Azienda ULSS 18 Rovigo, Viale Tre Martiri n. 89, Rovigo.
Dirigente Medico I Livello, Disciplina Neurologia, a tempo indeterminato, con rapporto di lavoro tempo unico, dal 01.03.1999 al 30.07.99.

13) Pubblica Amministrazione. Azienda ULSS 18 Rovigo, Viale Tre Martiri n. 89, Rovigo.
Dirigente medico a rapporto esclusivo, disciplina neurologia, a tempo indeterminato, con rapporto di lavoro a tempo unico, dal 31.7.99 al 28.02.2004.

14) Pubblica Amministrazione. Azienda ULSS 18 Rovigo, Viale Tre Martiri n. 89, Rovigo.
Dirigente medico a rapporto esclusivo, incarico di natura professionale studio/ricerca disciplina neurologia, a tempo indeterminato, con rapporto di lavoro a tempo unico, dal 01.03.2004 al 31.7.2010.

15) Pubblica Amministrazione. Azienda ULSS 18 Rovigo, Viale Tre Martiri n. 89, Rovigo.
Incarico di Alta Professionalità art 27, c.1, lett. C in Neurofisiologia Clinica dal 01.08.2010 a tutt’oggi

16) Altri incarichi

  • Incarico di natura professionale, studio/ricerca atr 27, c.1, lett. C., dal 01/01/2005 al 31/12/2007
  • Incarico di natura professionale, studio/ricerca atr 27, c.1, lett. C., dal 01/01/2008 al 31/12/2009
  • Incarico di natura professionale, studio/ricerca atr 27, c.1, lett. C., dal 01/01/2010 al 31.7.2010.

Istruzione e formazione

Laurea in Medicina e Chirurgia il 23 luglio 1991, discutendo con il prof. Noè Battistini la tesi: “Analisi della connessione cortico-motoneuronale nella Sclerosi Laterale Amiotrofica: il Tempo di Conduzione Motorio Centrale ed il condizionamento della risposta motoria da Stimolazione Magnetica Transcranica”, riportando la votazione di 110/110.

Nella seconda sessione dell’anno 1991 consegue presso l’Università degli Studi di Siena l’abilitazione all’esercizio della professione di Medico Chirurgo con la votazione di 110/110.

Il 29/1/92 si iscrive all’Albo dell’Ordine dei Medici della Provincia di Siena.

Il 25/10/95 consegue il diploma di Specializzazione in Neurofisiopatologia presso l’Università degli Studi di Siena discutendo la tesi: “ La fatica muscolare localizzata: analisi automatica dell’EMG di superficie tra uomini e donne”, riportando la votazione di 70/70 e lode.

Il 5/04/2001 presso l’Università degli Studi di Siena consegue la Specializzazione in Neurologia discutendo la Tesi: “ Effetto della temperatura sul blocco neuromuscolare indotto da tossina botulinica tipo A nell’uomo”, con votazione 50/50 e lode.

Dal III anno di corso della Facoltà di Medicina e Chirurgia come studentessa e successivamente come Medico Interno frequenta la Clinica delle Malattie Nervose e Mentali, l’Unità Operativa di Neurofisiopatologia e successivamente la Clinica Neurologica, svolgendo attività assistenziale, didattica e di ricerca.

Pubblicazioni

In collaborazione con l’Istituto di Reumatologia dell’Università degli Studi di Siena è stato condotto uno studio atto a valutare l’efficacia del trattamento con ipertermia nei pazienti portatori di sindrome del Tunnel Carpale.
Negli anni successivi al conseguimento della Specializzazione in Neurofisiopatologia, i maggiori interessi scientifici sono stati incentrati su:
– studio dell’analisi quantitativa del segnale elettromiografico registrato tramite l’uso di elettrodi di superficie, argomento peraltro della tesi di specializzazione;
– applicazione della metodica dell’Analisi Turns/Amplitude (metodo di Willison per la quantificazione dell’elettromiografia) in età pediatrica;
– studio ed all’approfondimento, in collaborazione con il Dipartimento di Informatica dell’Università degli Studi di Pisa di sistemi basati su reti neurali per il riconoscimento di segnali registrati attraverso la metodica dell’elettromiografia convenzionale (analisi delle singole unità motorie);
– studio di pazienti affetti da malattie degenerative del Sistema Nervoso, con particolare riferimento alla Patologia delle Corna Anteriori del Midollo Spinale (Sclerosi Laterale Amiotrofica), sia dal punto di vista neurofisiologico che terapeutico.
Nel 1996 ha iniziato un rapporto di collaborazione scientifica con la Divisione Neurologia dell’Azienda Ospedaliera di Ferrara diretta dal Prof. Domenico De Grandis, riguardante, oltre all’applicazione delle comuni metodiche neurofisiologiche in ambito clinico routinario, l’approfondimento e la messa in opera di particolari tecniche quali :
– la somministrazione di Tossina Botulinica in tutto l’ambito delle patologie che ne richiedono l’utilizzo ( emispasmo facciale, blefarospasmo, sincinesie post-paralitiche etc.) ;
– l’EMG di singola fibra (SF-EMG) indicata soprattutto nella diagnostica della patologia della giunzione neuromuscolare e delle sindromi miasteniche.
– la tecnica della “stima del numero delle unità motorie” attraverso l’utilizzo delle metodiche più recenti apparse in letteratura.
In ambito di ricerca è stato condotto uno studio inerente una nuova tecnica di analisi e quantificazione del tracciato elettromiografico interferenziale basato sulla interpretazione dei dati derivanti dai parametri di ampiezza correlati all’attività, i cui risultati preliminari sono stati presentati al XIV Congresso di EEG e Neurofisiologia Clinica tenutosi a Firenze dal 24 al 30 agosto 1997. Per tale studio la Dott.ssa Ravenni è risultata vincitrice di una borsa di studio messa a disposizione dall’ International Federation of Clinical Neurophysiology.
Sono stati presentati all’VIII International Congress on Motor Neuron Diseases (Glasgow 3-5 novembre 1997) i dati relativi ad una ricerca effettuata su pazienti affetti da Sclerosi Laterale Amiotrofica in cui sono state indagate le connessioni cortico-nucleari per stimolazione magnetica transcranica e registrazione dai muscoli della lingua, allo scopo di verificare la precoce compromissione di tali vie in pazienti con disartria in fase molto precoce. Dal 2007 è in atto una collaborazione scientifica con il gruppo del Politecnico di Torino (Prof. R. Merletti, Dott. M.A. Minetto, Ing. A. Botter), dell’Università di Maribor (Ing. Ales Holobar) e dell’Università di Aalborg (Prof. D. Farina) per la caratterizzazione e lo studio patogenetico delle sindromi da crampi e fascicolazioni.
Partecipa all’attività di studio e ricerca del Gruppo di Studio “Neuropatie Traumatiche e Iatrogene” della Società Italiana Neurofisiologia Clinica (di cui è membro) in particolare per il progetto di ricerca multicentrico italiano dal titolo “Neuropatia iatrogene e traumatiche: quali markers elettrofisiologici predittivi di recupero?”
Investigator nella valutazione e supervisione di una apparecchiatura elettromedicale al fine di fornire feedback e idee per il miglioramento e l’upgrade del software o del prodotto nel suo insieme, antecedente alla commercializzazione (I.E. Nicolet EDX con software Viking/Synergy).
Investigator nello studio dal titolo “ An international retrospective, non interventional, case-control study to identify factors influencing secondary non responce to BoNT-A injections in subjects suffering from idiopathic cervical distonia”.
Diploma di Master Universitario di II Livello presso l’Università Cattolica di Milano – Istituto Besta “ Diagnosi e Cura dei Disordini del Movimento e delle Malattie Degenerative del SNC”, diretto dal Prof. Alberto Albanese. Il Master è stato autorizzato dall’Azienda di appartenenza al fine di promuovere un progetto clinico-terapeutico Dipartimentale teso al trattamento mediante DBS (Deep Brain Stimulation) di Disordini del Movimento ed Epilessia. Recentemente grazie al rapporto di collaborazione con la SOC di Medicina Interna dell’Ospedale di Rovigo la ricerca è stata proiettata sullo studio delle anomalie vascolari ( in particolare legate alle variazioni della pressione arteriosa) in soggetti affetti da Malattia di Parkinson e disordini del movimento in genere. I primi risultati sono stati oggetto di pubblicazioni scientifiche censite pubmed.

Gruppi e Progetti

Attività Clinica

Dall’inizio del 1998 la Dott.ssa Ravenni ha condotto in modo continuativo attività assistenziale presso la Divisione Neurologia dell’Ospedale Civile di Rovigo espressa come attività di Reparto (Responsabile delle degenze ordinarie), di consulenza presso le altre Divisioni Mediche e Chirurgiche dell’ospedale, di guardia diurna (in media 18 ore settimanali), notturna e festiva (in media 36-48 ore mensili) interdivisionale. La SOC di Neurologia consta di 29 posti letto di cui 5 dedicati alla Neuroriabilitazione che viene gestita di concerto con i colleghi della SOC di Medicina Fisica e Rieducazione Funzionale, 7 letti di Stroke Unit per l’accoglienza e la gestione tempestiva di pazienti affetti da patologia cerebro-vascolare sia di tipo ischemico che di tipo emorragico. Tale struttura è inoltre utilizzata per il ricovero di pazienti non vascolari ma in condizioni particolarmente critiche data la possibilità di monitorare attraverso postazioni attrezzate tutti i parametri vitali. I restanti letti vengono utilizzati per il trasferimento dei pazienti dalla Stroke Unit una volta terminata la fase acuta, per il ricovero delle cosiddette “Osservazioni Brevi Neurologiche” o letti “tecnici” (4 letti) e per la degenza relativa a patologie neurologiche le più svariate e particolarmente impegnative dal punto di vista diagnostico, che meritano peculiari procedure quali ad esempio biopsie muscolari (particolarmente rilevante è il numero di pazienti affetti da patologia neuromuscolare studiati), posizionamenti di pompe ad infusione continua di antispastici (baclofen) e analgesici (morfina) per il trattamento di tutte le forme di dolore neuropatico ed esiti di lesioni midollari (dalla sclerosi multipla alle mieliti ricorrenti ecc) oppure pazienti che debbano essere sottoposti a studi neurofisiologici estesi per l’inquadramento di patologie rare, ad esempio a carattere genetico.
A questo proposito è in atto una collaborazione continua con l’Istituto di Genetica Medica dell’Università di Ferrara (Prof. Alessandra Ferlini) e con l’Istituto di Genetica dell’Università di Genova (Prof.ssa Paola Mandich).
Dal momento della attivazione, segue assiduamente anche l’attività della Stroke Unit recentemente istituita applicando i protocolli standardizzati di accoglienza e trattamento precoce del paziente con ictus ischemico cerebrale e la terapia trombolitica con rTPA nei casi previsti. Partecipa agli studi clinici che coinvolgono la SU in ambito nazionale (es. Studio Syntesis).
E’ Referente Neurofisiologo per la SOC di Neurochirurgia, afferente allo stesso Dipartimento di Neuroscienze, collaborando in particolare con il Dott. Stefano Ferraresi e la Dott.ssa Debora Garozzo per lo studio neurofisiologico di pazienti con lesioni acute e croniche a carico del Sistema Nervoso Periferico. Tale collaborazione ha già prodotto lavori scientifici ed altri sono di imminente pubblicazione.
Dal gennaio 2007 è impegnata in prima persona in un progetto di ricerca bio-ingegneria/neurofisiologia stabilito con il Politecnico di Torino (Prof. Roberto Merletti e Dott. Marco A. Minetto) per lo studio e la caratterizzazione di pazienti affetti da sindromi da fascicolazioni e crampi. Quest’anno lo studio vede la partecipazione di esperti in ambito di bioingegneria provenienti dall’Università di Maribor (Dott. Ales Holobar) e dell’Università di Aalborg (Prof. Dario Farina, direttore del Sensory-Motor Integration Laboratory). Tale collaborazione ha già prodotto materiale scientifico in parte pubblicato ed in parte in via di pubblicazione su riviste scientifiche internazionali indicizzate.
Inoltre, presso le SOC di Neurologia e SOS di Neurofisiologia Clinica dell’Azienda ULSS 18 vengono erogate le seguenti prestazioni:
visite specialistiche neurologiche (circa 4000 prestazioni annue)
Elettroencefalogrammi (circa 750 prestazioni annue)
Potenziali Evocati Visivi (circa 200 per anno)
Potenziali Evocati Uditivi (circa 150 all’anno)
Potenziali Evocati Motori da Stimolo Magnetico Transcranico (circa 600 all’anno)
Valutazione Neurofisiologica del Sistema Nervoso Vegetativo (circa 100 all’anno)
Poligrafie con Video EEG (circa 100 all’anno)
Potenziali Evocati Somatosensoriali (circa 400 all’anno)
Ecodoppler Transcranico (circa 90 all’anno)
Ecocolordoppler dei tronchi sovraortici (circa 900 all’anno)
Elettromiografia ed elettroneurografia ( circa 8500 esami all’anno) comprese le tecniche di EMG di Singola Fibra e di Elettromiografia Quantitativa.
Trattamento con tossina Botulinica (circa 350 pazienti all’anno)
Ambulatorio dedicato per le Malattie Demielinizzanti
Ambulatorio dedicato per la diagnosi e la cura dei Disordini del Movimento
Ambulatorio dedicato per il trattamento con Tossina Botulinica
Test Neuropsicologici per lo studio delle funzioni cognitive
Parallelamente al lavoro di guardia, reparto e consulenza, fino dai primi periodi di lavoro, ha svolto la propria attività presso il servizio di Neurofisiolpatologia contribuendo all’introduzione di metodiche avanzate di neurofisiologia clinica prima non eseguite (EMG quantitativo, SFEMG, Studio del Sistema Nervoso Vegetativo, Stimolazione Magnetica Corticale, ecc). Presta la propria attività di consulenza specialistica per pazienti interni ( nello specifico è consulente per i reparti di Medicina Interna, Nefrologia e Dialisi, Ostetricia e Ginecologia, Chirurgia Maxillo-Facciale e Diabetologia) e di Elettromiografia per pazienti interni ed esterni presso il presidio Ospedaliero di Trecenta, in media due volte al mese per un totale di circa 8500 prestazioni annue di Elettromiografia.
Responsabile fino al febbraio 2009 dell’Ambulatorio per la Diagnosi e Cura delle Malattie Demielinizzanti e Disordini Immunologici e del relativo DH (come risulta dal contratto individuale di lavoro 1.1.2005 – 31.12.2007) per il trattamento di pazienti che necessitano di boli steroidei, immunomodulatori, immunosoppressori, anticorpi ricombinanti, plasmaferesi, IV-IG. A questo proposito ha seguito Corsi di aggiornamento e Training specifici per la introduzione e l’utilizzo degli ultimi ritrovati in ambito di terapie immunologiche (anticorpi monoclonali) nel trattamento di particolari forme di malattie demielinizzanti.
Responsabile fino all’agosto 2010 dell’Ambulatorio per la Diagnosi e la Cura dei Disordini del Movimento, ambito nel quale, anche in seguito ai numerosi corsi e convegni frequentati ed all’esperienza acquisita ha raggiunto una completa autonomia di gestione. In quest’ambito vi è una fattiva e continuativa collaborazione con la SOC di Medicina Nucleare diretta dal Dott. Domenico Rubello per lo studio mediante scintigrafia cerebrale di perfusione e recettoriale con DATSCAN in pazienti affetti da patologie extrapiramidali parkinsoniane e non. Sempre in questo ambito è in corso uno studio per la caratterizzazione mediante scintigrafia con 18 DFG di pazienti affetti da sindromi distoniche complesse.
Gestisce l’Ambulatorio per la somministrazione della terapia con Tossina Botulinica e proprio in quest’ambito ha stabilito dal 1998 un rapporto continuativo di collaborazione con l’Università degli Studi di Padova. Nell’ambito di tale specialità collabora con Pediatri e Neuropsichiatri Infantili sul territorio nazionale per il trattamento con tossina botulinica delle ipersalivazioni in bambini affetti da ritardo mentale medio-grave per patologie neonatali congenite o acquisite. Attualmente sono stati trattati circa 20 pazienti con buoni risultati sul miglioramento della qualità della vita.
Ha realizzato il progetto aziendale per la creazione di un ambulatorio multidisciplinare dedicato alla diagnosi e cura della Sindrome del Tunnel Carpale, istituito in collaborazione con le SOC di Neurochirurgia ed Ortopedia dell’Azienda ULSS 18 di Rovigo.
E’ stata nominata dal Direttore del Dipartimento di Neuroscienze responsabile per la creazione della pagina WEB del Dipartimento di Neuroscienze dell’ULSS 18, a suo tempo terminata e consultabile in rete.
Negli ultimi tempi ha iniziato a seguire, compatibilmente con le esigenze di reparto per la copertura delle attività di guardia, le procedure di monitoraggio elettrofisiologico durante interventi neurochirurgici sul sistema nervoso centrale e periferico.
La sottoscritta ha seguito ininterrottamente dal 1998 l’attività di Neurofisiologia Clinica della ULSS 18 (iniziata nel 1987 con la frequenza dell’ambulatorio di Neurofisiologia Clinica della Clinica delle Malattie Nervose e Mentali dell’Università degli Studi di Siena), come unico medico nei primi anni, contribuendo fattivamente alla introduzione ed allo sviluppo di metodiche all’epoca non utilizzate, quali la EMG di singola fibra e tutta la parte dei potenziali evocati nonchè la stimolazione magnetica trancorticale, lo studio dei movimenti oculari computerizzati (in collaborazione con il Dott. Bombardi), del sistema nervoso vegetativo ecc.
Recentemente è iniziata una collaborazione con il Dipartimento Medico – SOC di Medicina Interna – dell’Azienda ULSS 18 e con l’Università di Padova (Clinica Medica IV) per lo studio di mutazioni a carico dell’MTHFR in pazienti affetti da stroke ischemico non cardio-embolico.
Collabora da molti anni con specialisti in ambito neurofisiologico di fama internazionale (Prof. Erik Stalberg – Università di Uppsala (Svezia) Prof. Joe Jabre, Boston University (Massachusset, USA), per lo studio e la divulgazione in ambito internazionale della neurofisiologia clinica e delle tecniche strumentali ad essa correlate.
Grazie a tali collaborazioni ha realizzato, in qualità di Segretario e Tesoriere del Comitato Organizzatore Nazionale e Segreteria Scientifica, l’“International SFEMG Course and Xth Quantitative EMG Conference” , evento di rilevanza internazionale che si è tenuto a Venezia dal 6 al 10 maggio 2009.
I principali campi di interesse riguardano lo studio del Sistema Nervoso Periferico, la Neurofisiologia Clinica e l’applicazione clinica delle neurotossine botuliniche. A tale proposito prosegue da anni una collaborazione con il Centro di Studio delle Biomembrane del CNR di Padova, diretto dal Prof. Cesare Montecucco, teso allo studio dell’effetto dei vari sierotipi di tossine botuliniche nella terapia dei Disordini del Movimento nell’uomo.
Ha pubblicato un lavoro di Export Report riguardante i meccanismi di azione delle varie formulazioni in commercio del sierotipo A di Tossina Botulinica per utilizzo clinico.
La Dr.ssa Ravenni partecipa dal 1987 d oggi a Congressi Nazionali ed Internazionali, con poster o comunicazioni relative a ricerche in ambito neurologico e neurofisiologico, come emerge dall’elenco dei lavori allegato. Ha pubblicato circa 50 lavori su riviste nazionali, internazionali, abstracts, proceeding di convegni o testi.

Conferenze / Seminari