Problemi di Tiroide – Scopri il servizio di Endocrinologia

Affaticamento, aumento della sensibilità al freddo, aumento di peso, raucedine e dolori muscolari, sono solo alcuni degli effetti causati dai problemi di tiroide.

Che cos’è la tiroide?

La tiroide è una piccola ghiandola endocrina, a forma di farfalla, che si trova nella parte anteriore del collo ed è costituita da due lobi, uno destro e uno sinistro, uniti tra loro da uno stretto ponte, un istmo.

Solitamente in una persona adulta il suo peso è di circa 20 grammi.

È possibile effettuare un autopalpazione della tiroide, ovvero toccandosi le cartilagini presenti nella faccia anteriore del collo e deglutendo: è l’organello morbido che si sente tra le dita.

Come tutte le ghiandole endocrine, la tiroide produce ormoni, a base di tirosina, che contengono rispettivamente 4 e 3 atomi di iodio.

Tiroxina (T4) e triiodiotironina (T3). La produzione degli ormoni tiroidei è, a sua volta, controllata dall’ormone tireostimolante (TSH) secreto dall’ipofisi, una ghiandola posta all’interno del cranio

  • La tetra-iodotironina (T3), costituita da 3 atomi di iodio, e viene prodotta dalle cellule follicolari. Costituisce circa il 20% del prodotto della tiroide;
  • La tiroxina (T4), costituita da 4 atomi di iodio, e viene prodotta dalle cellule C o parafollicolari, che si trovano cioè all’esterno dei follicoli. Costituisce l’80% del prodotto tiroideo.

Attraverso gli ormoni tiroidei T4 e T3, la tiroide controlla molte delle funzioni del nostro corpo, in particolare il metabolismo.

  • La respirazione;
  • Il battito cardiaco;
  • La temperatura corporea;
  • Lo sviluppo del sistema nervoso centrale;
  • L’accrescimento corporeo.

Tramite la calcitonina, la tiroide controlla anche il livello di calcio nel sangue, funzione essenziale per evitare spasmi muscolari o malfunzionamenti nell’attività elettrica del cuore.

Problemi di tiroide: Come funziona?

La regolazione ormonale della tiroide avviene tramite l’ipofisi (ghiandola endocrina nella scatola cranica che produce e rilascia gli ormoni), in particolare mediante l’ormone tireotropo (TSH):

  • Quando i livelli di ormone tiroideo sono troppo bassi, il TSH induce la tiroide a liberarne di più;
  • Viceversa, quando c’è troppo ormone tiroideo in circolazione, l’ipofisi inibisce l’azione della tiroide.

La corretta funzione della ghiandola tiroidea dipende da un adeguato apporto nutrizionale di iodio (che come si è visto compone gli ormoni T3 e T4), il cui apporto giornaliero necessario è stimato in 150 ug/giorno e che si assume per esempio bevendo acqua.

La tiroide può non funzionare bene (ipertiroidismo/ipotiroidismo), può essere ingrossata, infiammata (tiroiditi), o può presentare dei noduli benigni o maligni.

Quando la tiroide produce troppi ormoni tiroidei si manifesta una condizione chiamata ipertiroidismo che causa una serie di sintomi, quali

  • Nervosismo e ansia;
  • Iperattività;
  • Perdita di peso;
  • Aumento dei battiti cardiaci;
  • Tremori e sudorazione intensa;
  • Irregolarità mestruali;
  • Disturbi intestinali;
  • Stanchezza e debolezza;
  • Insonnia.

Molte sono le possibili cause, la più comune è il morbo di Basedow-Graves, una malattia autoimmune che può colpire a qualsiasi età.

Se la tiroide non produce abbastanza ormoni tiroidei si verifica una condizione chiamata ipotiroidismo (livelli di TSH troppo elevati).

Nelle fasi iniziali, l’ipotiroidismo raramente provoca disturbi ma, col passare del tempo, se non curato, può causare una serie di problemi di salute, come:

  • obesità,
  • dolori articolari,
  • infertilità
  • malattie cardiache.
  • Stanchezza;
  • Eccessiva sensibilità al freddo;
  • Costipazione;
  • Pelle secca e pallore diffuso;
  • Voce piuttosto rauca;
  • Memoria e linguaggio rallentati;
  • Mestruazioni irregolari;
  • Rallentamento della frequenza cardiaca;
  • Debolezza muscolare.

Possono soffrire di ipotiroidismo sia uomini che donne, anche se è più comune tra le donne, soprattutto al di sopra dei 60 anni di età.

Se l’ipotiroidismo si manifesta nel feto, in genere per difetti di sviluppo della tiroide, causa grave ritardo mentale e della crescita.

Altre malattie generate dai problemi di tiroide:

  • Gozzo
  • Noduli
  • Tumori alla tiroide
  • Tiroiditi

Per gozzo si intende un aumento del volume della tiroide. La dimensione del gozzo può variare da persona a persona: nella maggior parte dei casi è piccolo e non causa alcun sintomo ma, se il volume della tiroide aumenta in modo significativo, possono verificarsi disturbi della respirazione e della deglutizione.

Ci sono due tipi principali di gozzo:

  • Gozzo diffuso – l’intera tiroide è aumentata di volume e la sua superficie è liscia alla palpazione
  • Gozzo nodulare – si sviluppano noduli solidi, o pieni di liquido all’interno della tiroide, rendendone la superficie irregolare alla palpazione

Rari sono i casi di tumori della tiroide, dovuti a una crescita anomala di un gruppo di cellule, e possono essere sia benigni che maligni (in questo caso si parla più propriamente di cancro). È importante ricordare che un nodulo alla tiroide non è necessariamente un tumore. Circa solo 1 nodulo su 20 è tumorale. Inoltre, i tumori della tiroide sono a lenta crescita e poco aggressivi, tanto da rimanere, spesso, silenti senza dare segni per tutta la vita.

Nella tiroide, inoltre, si possono formare dei noduli, cioè piccole formazioni solide o piene di liquido, che talvolta possono provocare dolore alla base del collo o alla mascella.

I noduli tiroidei sono tra le patologie endocrine più frequenti e spesso non sono nemmeno gravi; di solito vengono scoperti in modo casuale;

Tumori alla tiroide

Nella tiroide, anche se raramente, si possono sviluppare tumori, dovuti alla crescita anomala di un gruppo di cellule oggetto di mutazioni;

Tiroiditi (tiroidi gonfie e infiammate). La tiroide può infiammarsi e dare una tiroidite, che spesso è dolorosa, con fastidi al collo e salendo alla mascella. Le tiroiditi possono portare a livelli alti, bassi o normali di ormone tiroideo nel sangue e possono essere di diverso tipo. Le più comuni sono:

  • Le tiroiditi autoimmuni (come la Tiroidite di Hashimoto);
  • Le tiroiditi di origine virale (Tiroidite di De Quervain);
  • Quelle di origine batterica (Tiroidite acuta).

Ambulatorio di Endocrinologia a MediClinic

L’ambulatorio specialistico di endocrinologia presso MediClinic si pone l’obiettivo principale di curare i problemi di tiroide e tutte le patologie legate alle alterazioni del funzionamento o della struttura delle ghiandole endocrine.

Gli specialisti in Endocrinologia di MediClinic offrono un servizio di elevato profilo.

Presso MediClinic la valutazione del paziente è di tipo globale a partire dal respiro internistico dell’approccio. Viene dato ampio spazio alla raccolta delle notizie cliniche del paziente e all’esame obiettivo. In seguito è possibile inquadrare meglio la problematica sia attraverso indagini strumentali (ecografia, TC, RMN, densitometria ossea…), sia mediante studio citologico (agoaspirato tiroideo) o esami bioumorali che è possibile effettuare già all’interno della struttura.

Se vuoi avere maggiori informazioni in merito al nostro servizio di endocrinologia, contattaci al numero 0429 772906 o inviaci una mail a info@mediclinic.it.

Ultimi Articoli
  • pacchetto prevenzione
    Promo Festa della Mamma
  • visione con cataratta
    Glaucoma e cataratta
  • anziana con occhi stanchi
    Sintomi Glaucoma
  • glaucoma e farmaci
    Glaucoma e farmaci da evitare
  • Glaucoma e Maculopatia
    Glaucoma e Maculopatia
Categorie Articoli