Osteoporosi: diagnosi e prevenzione

Cos’è l’Osteoporosi?

L’Osteoporosi è una malattia per la maggior parte dei casi non diagnosticata e sottotrattata. In media chi ne soffre non sa di esserne affetto e si stima che un terzo delle donne caucasiche oltre i 50 anni soffra di osteoporosi e che più del 75% dei casi non venga diagnosticato.

Quali sono i sintomi?

Il paziente osteoporotico sviluppa spesso dolore osseo o muscolare, soprattutto a livello lombareInoltre, l’assottigliamento e la fragilità delle ossa predispongono all’incurvamento della colonna vertebrale.

Chi è più esposto a tale patologia?

Sono esposte all’osteoporosi soprattutto le donne al momento della menopausaa causa degli sbalzi ormonali legati a questa fase della vita.

Quali sono le cause?

Le cause che possono portare all’osteoporosi sono

  • ridotta assunzione di calcio con la dieta
  • ridotta attività fisica con carico associato
  • ingestione di bevande con ridotto contenuto di calcio (bevande gassate)
  • ridotta secrezione di estrogeni
  • stress
  • riduzione di cibi cucinati in casa ma ricchi di conservanti

Come posso fare prevenzione?

La prevenzione dovrebbe cominciare in età precoce, già dall’adolescenza, quando l’apporto di calcio viene assorbito dall’organismo e contribuisce al consolidarsi della densità ossea. Tale patologia, infatti, essendo caratterizzata da fragilità ossea, ha come conseguenze il rischio di fratture, anche spontanee, che si possono verificare in assenza di traumi importanti.

Cos’è la densitometria ossea?

La Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC), nota come densitometria ossea, è in assoluto uno degli strumenti diagnostici più efficaci per la prevenzione dell’osteoporosi.

La Mineralometria Ossea Computerizzata è una tecnica diagnostica che misura la quantità di calcio presente nelle ossa (densità della massa ossea). Si tratta di un esame fondamentale per accertare l’osteoporosi e controllare l’evoluzione nel tempo di questa patologia.

L’indagine densitometrica è indicata per persone di qualsiasi età che abbiano un passato di fratture da fragilità, di riscontro radiologico di osteoporosi o di fattori di rischio maggiori per osteoporosi (uso di farmaci osteopenizzanti o malattie associate a osteoporosi) e in particolare:

  • la donna in postmenopausa o menopausa precoce, prima dei 45 anni di età
  • l’uomo over 60 anni in presenza di altri fattori di rischio
  • in caso di terapie croniche (in corso o previste) con farmaci corticosteroidi per via generale, antiepilettici, anticoagulanti, immunosoppressori e antiretrovirali
  • durante periodi prolungati di immobilizzazione
  • eccesso di fumo
  • abuso di alcool
  • eccessiva magrezza

Quando è consigliata la Densitometria ossea?

La MOC è utile per accertare l’osteoporosi nei casi in cui si pensi sia presente. Si rivela dunque utile soprattutto per le donne in menopausa, che sono ritenute i soggetti più a rischio di demineralizzazione ossea.

L’obiettivo principale della MOC è misurare la densità minerale nelle ossa di un’area ben delimitata dello scheletro, che solitamente coincide con la colonna lombare e il collo del femore.

La macchina procede in modo automatico, rilevando:

la Bone Mineral Density (BMD), ossia la densità minerale in grammi per centimetro cubo.

Il T-score, ovvero l’indicatore della densità minerale relativo all’ipotetico patrimonio massimo di calcio che si ha a 30 anni.

Lo Z-score è l’indicatore della densità minerale relativo alle persone di pari età. Indica la variazione rispetto alla media: anche in questo caso sono significativi i valori inferiori a -1.

Come si esegue?

La durata dell’esame è breve, la MOC non è invasiva.

Il paziente si sdraia su un lettino, al di sotto del quale è collocata l’apparecchiatura che emette un sottile fascio di raggi X: la scansione avviene in pochi minuti ed è indolore.

Se il paziente deve esaminare la colonna vertebrale, si distende supino sul lettino densitometrico, con un sostegno sotto le gambe.

Se si deve indagare il femore, il paziente sta disteso sul lettino dell’apparecchiatura, con un supporto speciale tra le gambe che può consentirgli di ruotarle leggermente.

Nonostante sia una procedura molto sicura, per precauzione non deve essere eseguita in gravidanza.

Come prepararsi?

Non è prevista alcuna preparazione ma è necessario informare il medico se di recente è stato effettuato un esame baritato o se è stato iniettato un mezzo di contrasto come la tomografia computerizzata, TAC. In questi casi, ​l’esame va rimandato di una decina ​di giorni.

Lo stato di gravidanza è una controindicazione assoluta.

Cosa rivela una densitometria ossea

Nell’interpretazione dei referti si deve ricordare che non è sempre facile mettere a confronto i risultati ottenuti con apparecchiature diverse o dalla misurazione di segmenti ossei diversi della stessa persona. Sarebbe preferibile paragonare le indagini densitometriche eseguite con lo stesso strumento.

I risultati della densità minerale ossea offrono un’indicazione attendibile della resistenza e qualità dell’osso, ma non segnalano il rischio di frattura, che dipende da fattori come età, sesso o una storia di cadute precedenti che il medico deve considerare per decidere se ricorrere a una terapia farmacologica.

In generale, si può affermare che una densitometria che segnala una riduzione della densità ossea fornisce un dato molto importante per la formulazione della diagnosi,  associato alle analisi del sangue o strumentali richieste dal medico.

A quale medico posso rivolgermi?

L’endocrinologo è lo specialista che si occupa del trattamento dell’osteoporosi in tutte le sue forme, sia quella primitiva che colpisce gli anziani e le donne in post-menopausa che secondaria.

Per la Densitometria Ossea?

MediClinic è attrezzata con macchinari affidabili e personale esperto.

Chiedi informazioni al numero 0429 772906

https://www.mediclinic.it/servizi/densitometria-ossea/

Ultimi Articoli
  • pacchetto prevenzione
    Promo Festa della Mamma
  • visione con cataratta
    Glaucoma e cataratta
  • anziana con occhi stanchi
    Sintomi Glaucoma
  • glaucoma e farmaci
    Glaucoma e farmaci da evitare
  • Glaucoma e Maculopatia
    Glaucoma e Maculopatia
Categorie Articoli